Archivi tag: pensare

Maledetto sia io // Lasciaci ballare

Strade ruvide che scorrono sotto il mio culo. In cielo pennellate del crepuscolo, oramai il sole sta morendo da un bel pezzo.
Maledetta sia la radio e la pubblicità, che quando hai voglia di una bella canzone, sei rilegato ad ascoltare la demenza.

Non mi fai ancora bene. Da fuori non lo vedi più. Te lo prometto.

Maledetto sia il silenzio, e il profumo di Milano, che quando apri la finestra entrano i clacson e le ambulanze. Che ascoltarle capita sempre di amare il mio sangue a maggior ragione.
Maledetta sia l’abitudine di pensare, e la mia ossessione a cercare risposte, che non è ora tempo di subire.

E’ che dà fastidio restare in equilibrio, con una scarpa allacciata e un piede ancora scalzo. 
E poi cadere in piedi, e sgretolarsi per forza una metà.

Maledetto sia il freddo, e le mani congelate, e i piedi sotto il piumone che strofino alternativamente contro i polpacci. Ad Ottobre.
Maledetta sia la tua mancanza, non tanto per quello che resta ma per quello che domani speravo di te.
Maledetti siano i film, e gli attori che piangono. Che a volte mi piacerebbe saperli imitare.
Maledetta sia la mia pancia gonfia, che mi siedo e vorrei strapparti via, come strappo gli scontrini del supermercato.
Maledetta sia la copertina di “Nessuno si salva da solo”. Che sopra la dolcezza, c’è la verità che di me non vuoi mai credere.

E penso che avremmo dovuto fare ancora tanto.
Non sarà più quel tanto che è racchiuso in cinque lettere.
E ci penso io a darmi ancora un senso se proprio non c’è tempo di restare.

Maledetto sia questo lungo inverno, che per noi è già iniziato, e che se esci col maglione pensi subito di avere già sbagliato tutto.

Maledetto sia anche il vento, che mi porta gli odori e l’aria umida che mordeva con me le tue piccole labbra bellissime. Che tanto ti dava i brividi lo sfiorarti sulla schiena. E lo stringerti i capelli tra le dita.
Maledetta sia l’acqua gelida, che mi scivola addosso non appena accendo la doccia, e che è bellissimo quando ancora avverti le braccia bruciare.
Maledetta sia la velocità di una sigaretta, della luce che arriva alle sei la mattina. Del buio in generale.
Maledetto sia il mio cuscino, e il sudarsi che ricordo bene. E la voglia.
Maledetta sia l’abitudine di perdersi, la fame prima di andare a letto. La claustrofobia di un abbraccio. Che lascia la maglietta stropicciata e i muscoli stanchi.
Maledetta sia la collezione di parole, che ho mani lente e fragili. E i miei battiti che vorrei regalarteli, che li consumassi stritolandoli con gli occhi.

Non fai ancora bene. Non me ne accorgo più.
 Dentro, per favore, lasciaci ballare.

E che maledetto sia io.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Everytime I Fall.

Non so come sia uscita.
E’ nata in uno di quei momenti in cui hai voglia di annullarti e pensare e pensare e pensare incondizionatamente a quello che è passato, a quello che hai, a quello che qualcuno ti ha lasciato dentro.
A qualcuno che ti ha lasciato.
La vita è fatta di piccole cose. Di minuscoli dettagli a cui non diamo importanza ma che invece ne danno a noi. Loro, guardandoci da lontano, ci arricchiscono.
E nemmeno noi ce ne accorgiamo.

Sono questi i piccoli dettagli che farò in modo non si perdano mai in questa corsa faticosa. Sono piccoli pezzi che compongono una storia…la mia.

GIULIO VOLPE – EVERYTIME I FALL

Now I can see all my life
Memories of what we have just left behind
All my friends who have crossed my way
Made me feel who I am.

I still can hear our laughters
Still can’t forget what you’ve always been
And everything’s changed ever since you came
And I don’t feel the same.

All we have keeps going by
And Everytime I fall I won’t forget you, my friend.

Time’s gonna take our best times
All the wrong that you could make right
We walked alone and we learnt how
To look front, not behind.

I will remember to smile
For all the joy you brought to my life
For all the truth that you made me see
For the dreams we believed in.

I don’t know where we will go
And Everytime I fall I won’t forget you
Everytime I fall it’s you I think of
Everytime I fall I know you’re still here, my friend.

All we have keeps going by
And Everytime I fall I won’t forget you
Everytime I fall It’s you I think of
And Everytime I fall I know I’ll never forget.

I’ll never forget.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,